Ultime Notizie

DOMANI 14 SETTEMBRE PROTESTA DEI VIGILI DEL FUOCO IN PUGLIA

13-09-2022

DALLE 9:00, INNANZI AI COMANDI PROVINCIALI: QUALE FUTURO PER I VIGILI DEL FUOCO. ASSUNZIONI, RISORSE E TUTELE [Fns Cisl, Cisl Puglia] Il corpo dei Vigili del Fuoco è in assoluta emergenza. Sono... continua

Vigilanza Privata e Servizi Sicurezza: Fisascat Cisl, Filcams, Uiltucs, proclamato stato di agitazione

17-08-2022

Sindacati: in Puglia ad oltre 5.000 addetti contratto nazionale scaduto da oltre 6 anni [Fisascat Cisl] “Riguardo la Vigilanza Privata e i Servizi Sicurezza, Fisascat Cisl – Filcams Cgil – Uiltucs Uil... continua

Mohammed Elmajdi vittima di una vile aggressione nel Ghetto di Rignano

11-08-2022

Castellucci e Costantino censurano il gravissimo atto di violenza accaduto al sindacalista [Cisl Puglia, Cisl Foggia] Mohammed Elmajdi, presidente di Anolf Puglia e segretario territoriale della Cisl di Foggia, è stato aggredito... continua

Stato di Agitazione dei Vigili del Fuoco Puglia: incremento di organico insufficiente e non in linea con il DM

09-08-2022

I sindacati scrivono al Ministro, al Governatore e alle autorità competenti [Cisl Puglia] In una lettera inviata al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, al Sottosegretario di Stato Carlo Sibilia, al Capo Dipartimento Vigili... continua


Dal Territorio

NECESSARIE SCELTE VIRTUOSE ED IMMEDIATE SU ENERGIA, SANITÀ, GIOVANI, SUD

23-09-2022

Nota di Gianfranco Solazzo, Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi [Cisl Taranto Brindisi] Sta per giungere al capolinea una campagna elettorale per le politiche nazionali alquanto strana, gridata da tante bocche ma con... continua

SI AD UNA POLITICA CHE RIDISEGNI CON UN PATTO SOCIALE IL FUTURO DEL TERRITORIO

18-08-2022

Nota di Gianfranco Solazzo, Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi [Cisl Taranto Brindisi] Neppure l’eccezionale caldo d’agosto fa passare in secondo piano le preoccupazioni legate alle crescenti tensioni internazionali, ultima in ordine di... continua

Assegno Unico Universale

[INAS CISL] Dal 1° gennaio 2022 per la tua famiglia puoi chiedere l’assegno unico, per ottenere... continua

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il NOME
Inserisci una email valida
Inserisci l'OGGETTO
Inserisci il MESSAGGIO
Aggiorna Valore non valido
E' necessario acconsentire al TRATTAMENTO DATI
Tesseramento2022
b_280_230_16777215_00_images_new_Castellucci_3_Cisl.jpg

Dalle colonne del Quotidiano di Puglia il Segretario della Cisl regionale lancia le proposte del sindacato

[Cisl Puglia]

È una buona notizia quella dell’attivazione dello Sportello Unico Digitale utile ai progetti di investimento nella Zona Economica Speciale adriatica interregionale Puglia-Molise. Il prossimo 5 settembre, secondo la comunicazione ufficiale del commissario del Governo di questa Zes, Manlio Guadagnuolo, avvierà il percorso di tutte le agevolazioni e le semplificazioni previste da questo strumento per le imprese che insistono o che investiranno in questa specifica area. Come è anche certa per metà settembre, a seguito dell’annuncio del commissario straordinario Floriana Gallucci, l’attivazione dello sportello Unico Digitale della Zes Ionica Interregionale Puglia-Basilicata. Decisivo è stato l’ultimo Governo per l’accelerazione delle Zes dopo anni di stand-by; ricordiamo che le Zone Economiche Speciali erano state istituite con un decreto nel 1997. Le Zes diventano così tra gli strumenti da cui saper cogliere opportunità e potenzialità per lo sviluppo di queste nostre aree per una nuova idea di Sud. È altresì importante che i commissari delle due Zes pugliesi, abbiano sottolineato l’auspicio in un percorso condiviso attraverso un cronoprogramma di incontri, il coinvolgimento delle parti sociali e del tessuto produttivo territoriale con anche investimenti privati. In Puglia, come ormai sosteniamo da tempo, e come abbiamo sostenuto nel corso del nostro congresso regionale del 21 e 22 marzo scorso, è assolutamente necessario il rilancio dello sviluppo territoriale e locale per una ripresa stabile in modo da poter contaminare tutti i settori produttivi. Crescita che è collegata a tutte le dinamiche nazionali ed internazionali che possono innescare anche le due Zes, attraverso i porti pugliesi, alla rete infrastrutturale e a tutta la rete logistica e di servizi, puntando altresì, grazie alle risorse del Pnrr, sull’innovazione digitale e tecnologica, in modo da poter ritrovare una centralità strategica nell’area del Mediterraneo, dove tutta la Puglia può rappresentare una vera e propria piastra logistica per tutto il continente europeo. A fronte di una burocrazia che troppe volte ha determinato forti rallentamenti nella realizzazione degli investimenti, è fondamentale per l’economia locale e per una buona e stabile occupazione, in particolare di giovani e donne, cogliere le opportunità delle Zes in termini di vantaggi fiscali e di semplificazioni normative e amministrative, da cui il mondo del lavoro in questa parte del Paese potrebbe solo che beneficiare. Certo che gli scenari economici tracciati dal rapporto Svimez di qualche giorno fa, non ci fanno stare tranquilli, ma non ci scoraggiamo: bisogna pertanto puntare sul fattore contrattazione tra le parti e sulla qualità del lavoro, fatto di sicurezza, occupazione a tempo pieno e indeterminata, per poter ridare fiducia ai lavoratori ed alle rispettive famiglie. Per di più, se ben organizzate le stesse Zes, attraverso le risorse pubbliche investite, per esempio per ogni euro di credito d’imposta, potrebbero avere un ulteriore effetto moltiplicatore d’investimento tale da poterne attivare almeno due di euro del privato. Inoltre di questi giorni è la notizia certificata da alcune associazioni professionali - dati Bankitalia - che vede la Puglia tra le prime regioni italiane che faranno crescere il Prodotto interno lordo del Paese in termini di produttività e ricchezza. Ecco perché riteniamo che tutti gli strumenti messi a disposizione, tra cui le Zes e i Cis (Contratti istituzionali di Sviluppo), la decontribuzione Sud, il taglio del cuneo fiscale, il 40% del totale delle risorse del Pnrr, altre risorse comunitarie collegate ai vari interventi della Regione Puglia, rappresentano tutt’insieme volani necessari, da cogliere per ricucire il gap con le altre aree del Paese e rilanciare definitivamente la crescita economica e sociale del Mezzogiorno e della nostra meravigliosa Puglia.

Antonio Castellucci

Segretario generale Cisl Puglia

Stampa

logoCisl phone

  Via Giulio Petroni 15/F , 70124 Bari
080 5968295
080 5968323
puglia@cisl.it
cislpuglia@pec.cisl.it
amm.cislpuglia@pec.cisl.it (solo per fatturazione)
comunicazione.puglia@cisl.it

RESP. PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
Tonia Sinisi
Email: dpo.cisl.puglia@cisl.it