Ultime Notizie

PARITA’, FISASCAT PUGLIA: CAMBIO DI QUALITA’ E PIU’ CULTURA DELL’UGUAGLIANZA TRA GENERI

24-11-2022

[Fisascat Cisl, Cisl Puglia] La Puglia è tra le regioni con il divario occupazionale più alto: le donne che lavorano sono il 32,8% contro il 59,7% degli uomini, dunque una su... continua

Elezioni: Castellucci, tante promesse ma poche proposte ‘del Fare’

22-09-2022

Il Segretario generale della Cisl Puglia sulle colonne di Edicola del Sud [Cisl Puglia] Manca poco al voto e permangono tante incertezze emerse nel corso di questa campagna elettorale, durante la quale... continua

‘Agenda sociale’ Cisl: il Segretario Sbarra presenta le priorità alla politica

13-09-2022

Ripartire Insieme: sostenere imprese e occupazione, rilanciare crescita e sviluppo, realizzare investimenti, riforme in un clima di concertazione e partecipazione [Cisl Puglia] Una vera e propria ‘Agenda sociale’ che la Cisl nazionale... continua

DOMANI 14 SETTEMBRE PROTESTA DEI VIGILI DEL FUOCO IN PUGLIA

13-09-2022

DALLE 9:00, INNANZI AI COMANDI PROVINCIALI: QUALE FUTURO PER I VIGILI DEL FUOCO. ASSUNZIONI, RISORSE E TUTELE [Fns Cisl, Cisl Puglia] Il corpo dei Vigili del Fuoco è in assoluta emergenza. Sono... continua


Dal Territorio

NECESSARIE SCELTE VIRTUOSE ED IMMEDIATE SU ENERGIA, SANITÀ, GIOVANI, SUD

23-09-2022

Nota di Gianfranco Solazzo, Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi [Cisl Taranto Brindisi] Sta per giungere al capolinea una campagna elettorale per le politiche nazionali alquanto strana, gridata da tante bocche ma con... continua

SI AD UNA POLITICA CHE RIDISEGNI CON UN PATTO SOCIALE IL FUTURO DEL TERRITORIO

18-08-2022

Nota di Gianfranco Solazzo, Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi [Cisl Taranto Brindisi] Neppure l’eccezionale caldo d’agosto fa passare in secondo piano le preoccupazioni legate alle crescenti tensioni internazionali, ultima in ordine di... continua

ASSISTENZA FISCALE

[CAF CISL PUGLIA] Scopri l'assistenza fiscale e i vantaggi a te dedicati.clicca qui continua

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il NOME
Inserisci una email valida
Inserisci l'OGGETTO
Inserisci il MESSAGGIO
Aggiorna Valore non valido
E' necessario acconsentire al TRATTAMENTO DATI
Tesseramento2022
b_280_230_16777215_00_images_new_Castellucci_3.jpg

[Cisl Puglia]

Concluse le elezioni è giunto il momento di riprendere il lavoro sui territori e nei territori. Solo se riusciremo, tutti insieme, istituzioni, politica e parti sociali, a trovare risposte concrete adeguate, e se manteniamo presente la stella polare del bene comune e degli interessi generali del Paese potremo raccoglierne i frutti. E questo vale anche nelle articolazioni locali a cominciare dalla Regione Puglia dove il confronto, partendo dalla ‘Cabina di regia per il lavoro e lo sviluppo della Puglia’, nonostante le conclamate buone intenzioni, non è andato al di là di pochi incontri. C’è bisogno di un cambio di passo. In questa direzione si muove anche l’Agenda sociale, Ripartire insieme, proposta qualche settimana fa dalla Cisl a tutte le forze politiche per sollecitare sostegni a imprese, lavoratori e famiglie, garantendo, per esempio, una nuova cassa integrazione per le aziende che non licenziano, integrazione al reddito delle persone, un tetto sociale al costo dell’elettricità, l’azzeramento dell’Iva sui beni di largo consumo per le fasce deboli, affrontare il nodo pensioni e riforma fiscale e il rilancio del manifatturiero. Servono aiuti alle famiglie e alle imprese, ma nello stesso tempo investimenti pubblici e privati, così come i progetti già previsti si possano tradurre quanto prima in cantieri, in lavoro e sviluppo. In Puglia è il buon lavoro che serve, in tutti i settori produttivi, in particolare quello giovanile e delle donne, che per troppo tempo si è trascurato e che può innescare una crescita economica diffusa riducendo nello stesso tempo diseguaglianze e povertà. Siamo preoccupati per i numerosi tavoli di crisi regionali, per le difficoltà delle fasce più deboli, in particolare per i nuclei familiari con pensionati, beneficiari di trattamento minimo, lavoratori percettori solo di ammortizzatori sociali, dei numerosi disoccupati e di tanti working poor. Nella nostra regione sono circa 200mila i lavoratori poveri, 2milioni di inattivi, 440mila famiglie in povertà relativa e oltre 205mila disoccupati. Ed è proprio su questi temi dell’Agenda sociale Cisl che si possono trovare le risposte per costruire una nuova centralità del Mezzogiorno, di queste nostre regioni, il cui sviluppo economico e sociale diventi la leva principale della modernizzazione di tutto il Paese, prima delle regioni del sud con il resto del Paese e poi all’interno di una sempre maggiore integrazione europea. In questi mesi tanti sono stati i richiami al piano Marshall del dopoguerra che è stato alla base del boom economico italiano; l’ambizione, ma che può diventare realtà oggi, è che il Pnrr, con il 40% di risorse destinate al Mezzogiorno, e gli altri fondi UE diventano la base, grazie anche a possibili investimenti ad un nuovo protagonismo imprenditoriale che non si limiti solo a chiedere sostegni, bensì si avvii una nuova fase di crescita attraverso la partecipazione, la coesione e la concertazione affinché si possa creare nuova, stabile e sicura occupazione in particolare di giovani e donne per realizzare una società più giusta e più equa; e magari, come sostiene anche Papa Francesco, con un nuovo modello di sviluppo.

Stampa

logoCisl phone

  Via Giulio Petroni 15/F , 70124 Bari
080 5968295
080 5968323
puglia@cisl.it
cislpuglia@pec.cisl.it
amm.cislpuglia@pec.cisl.it (solo per fatturazione)
comunicazione.puglia@cisl.it

RESP. PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
Tonia Sinisi
Email: dpo.cisl.puglia@cisl.it