Sicurezza sul Lavoro, Cgil Cisl Uil: serve un cambio di passo sulla sicurezza e serve adesso

b_280_230_16777215_00_images_new_sindacati_in_Consiglio.jpg

I sindacati confederali al tavolo tecnico avviato in Consiglio regionale

[Cisl Puglia]

I segretari generali di CGIL CISL UIL Puglia, Gesmundo Castellucci Busto, mandano un messaggio chiaro alla politica al mondo imprenditoriale e alle istituzioni nel corso del tavolo tecnico sulla sicurezza e la legalità sul lavoro convocato dalla presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone. “È stata l’occasione per consegnare alla Presidente e agli assessori Leo e Delli Noci, oltre che ai direttori regionali di Inail e Inps la nostra piattaforma, che è alla base della mobilitazione nazionale. Crediamo che su un concetto siamo tutti d’accordo: la strage silenziosa nei luoghi di lavoro deve essere fermata e per farlo occorre investire con decisione in prevenzione, formazione e attività di controllo. La ripresa economica del territorio non può essere pagata con il sacrificio delle lavoratrici e dei lavoratori pugliesi, lo sviluppo post pandemico dovrà essere perseguito ad ogni costo, e deve quindi seguire regole certe che mettano al centro sicurezza, livelli occupazionali e legalità, a cominciare dal rispetto dei contratti nazionali di lavoro”. “L’iniziativa del Consiglio Regionale rappresenta sicuramente un buon segnale, ma bisogna fare presto e bene. Davanti a noi c’è un’occasione unica per ricominciare a crescere dopo anni di sofferenza economica, oltre che sanitaria. In Puglia, dall’Europa, arriveranno enormi risorse: dobbiamo farci trovare pronti a non disperderle e a spenderle nei tempi previsti, valorizzando però le aziende che rispettano le regole e la dignità del lavoro, senza deroghe mettendo al centro la buona occupazione”

Stampa