Pnrr in chiave Puglia: la Cisl Puglia incontra Delli Noci e Pentassuglia

b_280_230_16777215_00_images_new_Pnrr_Cisl_Puglia_assessori.jpg

Castellucci, avviare un percorso comune

[Cisl Puglia]

“Avviare un percorso di lavoro comune per l’occupazione e lo sviluppo in Puglia” è la richiesta del Segretario generale della Cisl regionale, Antonio Castellucci, lanciata aprendo l’iniziativa di condivisione e confronto con la Regione Puglia sul ‘Pnrr in chiave Puglia’ con gli assessori regionali, Donato Pentassuglia e Alessandro Delli Noci che si è tenuto a Bari. “Oggi avviamo il confronto con le istituzioni e la politica affrontando le questioni dello sviluppo e del settore agricolo ma soprattutto avviando un percorso che possa delineare anche un metodo di lavoro, che sia partecipativo e di condivisione. Quello a cui siamo interessati riguardo al Pnrr in chiave pugliese come rappresentanti del mondo del lavoro è come spendere le risorse che arriveranno dal Piano nazionale. A noi preoccupa, per esempio, la dotazione del personale degli Enti locali per la progettazione e su questo ci auguriamo che il Governo possa intervenire al più presto. Le risorse sono tante, importanti, ma soprattutto dobbiamo utilizzarle fino all’ultimo centesimo. Dovremmo avviare un Patto sociale che sia la base per una ripartenza economica e sociale per la Puglia ed in particolare per il lavoro dei suoi cittadini. "Le aspettative sul Pnrr sono molto elevate e concrete e ben venga l’impegno della Cisl Puglia su questo tema – ha osservato Pentassuglia – ma va chiarito prima a che punto sono i progetti che il governo ha nel cassetto, penso al Patto per la Puglia”. "Stiamo provando a trovare anche noi un ruolo nel Pnrr perché ad oggi non ce ne è assegnato uno specifico ed è legittimo che i sindacati chiedano un protagonismo territoriale. “Il Pnrr - ha spiegato Delli Noci - è una grande opportunità ma non è l'unica, perché nei prossimi anni tra i fondi della Just Transition fund, quelli della nuova programmazione regionale e quelli della Fsc ci saranno grandi opportunità di sviluppo del territorio. Il Pnrr sancisce un asse importante, quello della transizione digitale e quello della transizione digitale e delle Zes, noi proveremo a concentrare la nostra sfida sul risolvere i problemi di prossimità come chi chiedono sindacati e comuni".

Stampa